Navigazione Chiudere
Rapporto annuale
2019
Prospettive

Nuovi progetti in vista della proroga al 2022

Il CSDU appoggia una transizione senza soluzione di continuità verso la futura Istituzione nazionale per i diritti umani (INDU) ed è perciò pronto a continuare il suo lavoro sino alla fine del 2022. In quest’ultima proroga del suo mandato, il CSDU intende concentrarsi su nuovi progetti.

Il progetto pilota CSDU avrebbe dovuto concludersi nel 2020, ma per garantire una transizione senza soluzione di continuità verso la futura INDU, nel suo messaggio del 13 dicembre 2019 il Consiglio federale ha proposto un’ulteriore proroga sino alla fine del 2022. Il CSDU e le università partecipanti hanno risposto presente. Quale progetto pilota, è importante per noi che le nostre conoscenze specialistiche e le nostre esperienze confluiscano in un’istituzione che rilevi il nostro testimone.

Per assicurare la transizione così come voluta anche dal Parlamento, bisogna ora che il processo legislativo proceda spedito, visto che la Confederazione e il CSDU hanno concordato che a fine 2022 sul progetto pilota calerà definitivamente il sipario.

L’ulteriore proroga prospettata significa che, contrariamente a quanto previsto, il 2020 non sarà l’ultimo anno di esistenza del CSDU. E così, dopo aver pianificato la cessazione delle attività, ora ci troviamo a riprendere slancio per ripartire, individuando nuovi temi su cui concentrarci. Dapprima, intendiamo però portare a termine i lavori avviati su temi specifici negli assi di ricerca principali. In quest’ottica, nel 2020 pubblicheremo un bilancio sull’attuazione del diritto di partecipazione del minore ai sensi dell’articolo 12 della Convenzione dell’ONU sui diritti del fanciullo (CRC), integreremo la serie di pubblicazioni sull’importanza della CEDU con un opuscolo dedicato alla giurisprudenza della Corte EDU in materia di nuove tecnologie e concluderemo gli studi avviati sulla digitalizzazione e la sfera privata sul posto di lavoro, e su diverse problematiche legate alla privazione della libertà.

Parallelamente, pianificheremo i nuovi temi e i nuovi progetti che, in vista della creazione della INDU, dovranno essere orientati sul lungo termine e utilizzabili dall’istituzione subentrante. Informazioni al riguardo saranno fornite nella seconda metà dell’anno in corso. Siamo lieti di poter contare anche per questo ultimo capitolo sulla consolidata collaborazione delle università e sull’adesione di tutti gli istituti che attualmente dirigono i Settori tematici.

Messaggio del Consiglio federale sull'INDU, 13 dicembre 2019

Il messago del Consiglio federale del 13 dicembre 2019 sulla INDU (foto: CSDU)

Rapporto annuale CSDU 2019
1.8 MB, PDF
Scaricare